Peccelatèdder pe le mèlen Taralli di mandorle - GRAVINAOGGI

Vai ai contenuti

Peccelatèdder pe le mèlen Taralli di mandorle

Città e territorio
Pagina a cura di Vito Raguso
Ngrèdìnd
Nu chìl de mèlen macenòit
nu chìl de farìn biàngh 00
quàtt quìnd de zùccher
do bùst de cannèll
dò bùst de pòipjaròffl a pòlv
dòisc gràmm de monìach
scorz de lemòun e maràng grattòit
da trìdec a quìnec jòuv

Se mbàsten tutt le ngrèdind pe la farìn pò se fascen le peccelatèdder nu pìcch scazzòit e s'arrènghen jnd a nu chettùr gè jùnd d'uggh. Pe nu pennellùzz se mètt saup l'ùuv sbattut e se mbòrn.

Ingredienti
1 kg di mandorle tritate
1 kg di farina 00
800 gr. di zucchero
2 bustine di cannella
2 bustine di chiodi di garofano in polvere
100 gr. di ammoniaca
buccia grattugiata di limone e arancia
13-15 uova
Formare un impasto con tutti gli ingredienti, fare dei taralli. Un po'schiacciati e porli in una teglia unta d'olio. Pennellare i taralli con l'uovo sbattuto e infornare. E' preferibile cuocere in un forno a legna.

U CALARIDD - Cucina Gravinese, Cultura, Tradizioni e Storia - Università della Terza Età Gravina in Puglia 1997



Copyright 2005-2022 Gravinaoggi Associazione Culturale - Gravina in Puglia
Torna ai contenuti