Gravina in Puglia, notizie, storia, cultura,politica,turismo


Vai ai contenuti

Via Casalnuovo

Città e Territorio

Gravina in Puglia Via Casalnuovo

In via Casalnuovo le finestre danno sulla "gravina", panorama mozzafiato


Casalnuovo, toponimo che indica un nuovo quartiere, nell'antichissimo rione dei Greci, rione intorno alla chiesa di Santa Sofia, abitato dagli albanesi venuti al seguito di Angela Castriota Scandenberg, moglie di Ferdinando Orsini duca di Gravina. Siamo nel sec. XVI. Via Casalnuovo è una bella e antica viuzza, che si fa più stretta con l'innesto su via Nicolò Paganini. Stradina quest'ultima che subito sfocia nuovamente su via Casalnuovo. Siamo "sopra Sant' Andrea" come si suol dire. Da questo cavato, "abbasc a sand'andrè", si accede al famoso bastione medioevale, a ridosso del ponte della "gravina". Quasi tutti i palazzi di via Casalnuovo, salendo a sinistra per intenderci, hanno ambienti dotati di finestre, di luci e di vedute che danno sulla "gravina". Bellissimi affacci panoramici mozzafiato lungo la via Fontana La Stella, che porta sulla "gravina". Quella via che nei tempi andati convogliava animali da fatica e da latte al beveratoio. Su via Casalnuovo 47 un bellissimo e antico palazzo padronale della nobile famiglia Pietro Bruno, che si estende e si affaccia come gli altri sulla via Fontana La Stella, è attualmente interessato ad un ampio progetto di consolidamento dell'intero immobile mediante interventi di riparazione per uso residenziale. Un coraggioso investimento di privati concittadini che abbellisce tutto il quartiere ed incoraggia altri gravinesi a valorizzare gli antichi immobili della via. Su quelle antichissime strade di Gravina si attendono interventi di sistemazione e recupero del vecchio manto stradale da parte dell'amministrazione comunale. Bisogna far riemergere insomma le vecchie chianche, oggi coperte dall'asfalto. Da via Abate Clemente a via Pietro Ianora ecco via Casalnuovo, a due passi dalla chiesa Santa Sofia e San Francesco. E il nuovo look del campanile della chiesa, restaurato ed illuminato di recente, invita chi di dovere a continuare nell'opera di rigenerazione urbana, azione meritoria per il tanto ambito riconoscimento UNESCO.

Michele Gismundo

Home Page | Città e Territorio | Manifestazioni | Palazzo di Città | Politica e cultura | Cerca - Contatti | Leggi i giornali | Fotogallery | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu