Gravina in Puglia, notizie, storia, cultura,politica,turismo


Vai ai contenuti

Gravina, c'era una volta la "piazza nuova" di via Genova

Politica e cultura

Gravina in Puglia Nuova Piazza Orto-Frutta


Quella di via Genova era meglio conosciuta come la "piazza nuova". Perché si sostituì alla storica piazza della frutta di San Agostino. Erano gli anni Settanta di quel magico miracolo economico che sconvolse tradizioni e stili di vita così radicati nelle abitudini della nostra gente umile e contadina. Erano gli anni dello sviluppo urbanistico del quartiere San Domenico e di via Tripoli. E la civica amministrazione del tempo intese far nascere in quel rione una moderna location per la domanda e l'offerta di frutta, verdura, pesce e quant'altro. Mercato che potesse soddisfare comodamente le attese di una generazione di donne-casalinghe così impegnate nelle faccende domestiche e contemporaneamente nel mondo del lavoro, di tipo impiegatizio per lo più. Una bella struttura accattivante fu la "nuova piazza" di via Genova. Così ampia, coperta e luminosa, con comodi parcheggi lungo le vie adiacenti. In quella location ci arrivavano anche le massaie del centro antico del paese, le donne del rione Piaggio e Fondovito. Una sorta di emancipazione sociale, considerata la disponibilità di risorse finanziarie a disposizione dei ceti meno abbienti da un lavoro in Germania o nell'Italia Settentrionale dei propri congiunti. Gravina in quegli anni si "ingrossava" di nuovi edifici abitativi, comode case con moderni confort che la società richiedeva. Anche Gravina visse un momento di risveglio economico e sociale in generale. La civica amministrazione del tempo menava vanto per le risposte di modernità che riusciva a dare alla popolazione. Ma presto i problemi legati allo sviluppo e al benessere si fecero sentire anche qui da noi. Quella location della "piazza nuova"presto divenne luogo di degrado, di sporcizia, di abusi e di comportamenti al limite della legalità. Gli ambulanti furono tutti invitati a lasciare quei luoghi. Si entrava nel cosiddetto terzo millennio. Troppo tempo è trascorso dal quei trasferimenti. Molti degli ambulanti della "piazza nuova" hanno aperto veri e propri empori di frutta e verdura. Si sono messi in proprio come si suol dire. Diverse amministrazioni comunali si sono cimentate per una "rinascita" della piazza nuova. Ed ecco che quando tutto sembrava perduto ci consegnano quest'oggi parte di una nuova e bella location in via Genova. Chiamarla ancora piazza ci sembra inopportuno considerato i giardinetti allestiti per piccoli e grandi che vi abitano il quartiere. Pochi ambulanti prenderanno posto nel nuovo mercato coperto. E solo per la vendita di frutta e verdura. E la sera sarà luogo di godimento nel verde attrezzato. A giorni, ci segnalano dal comune, ci sarà l'inaugurazione di tutta l'area, non appena completati gli atti per il bando pubblico di gestione della struttura. Le telecamera e tanto senso civico sono necessari per scoraggiare vandali e delinquenti. Speriamo bene.
La redazione

Home Page | Città e Territorio | Manifestazioni | Palazzo di Città | Politica e cultura | Cerca - Contatti | Leggi i giornali | Fotogallery | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu