80 anni di attività

Vai ai contenuti

Menu principale:

80 anni di attività

Città e territorio
In un localetto, come si suol dire, di via dell’Impero, oggi via Matteotti a Gravina in Puglia, difronte al “Bar Ferrarese”, oggi “Bar Gambrinus”, nel lontano 1939 Salvatore Parrulliebbe l’idea di aprire una rivendita di quaderni, matite, pennini e quant’altro, nonché di quotidiani come “Il Corriere delle Puglia”, oggi conosciutissima “La Gazzetta del Mezzogiorno”. Torino Parrulli, con coraggio e lungimiranza, volle aprire ancheuna libreria. Una attività commerciale che con la modernità dei tempi oggi è chiamata Cartolibreria. Quei libri in vetrina, nel pieno centro antico e commerciale della città, stupirono una comunità di quasi 25 mila anime, nella maggior parte costituita da braccianti e da contadini, da analfabeti così riluttanti nello studio e alla lettura, così soffocati in verità dalla miseria e da tanta disoccupazione. Salvatore Parrulli superò, con non poche difficoltà, gli anni difficili della guerra e quelli successivi del cosiddetto dopoguerra. La sua lungimiranza venne premiata, e fece fortuna negli anni della Ricostruzione e negli anni del cosiddetto “Miracolo economico”: gli anni del benessere, della scuola di massa e dell’istruzione obbligatoria.La libreria Parrullidivenne punto di riferimento culturale e di emancipazione sociale. La Cartolibreria, attualmente, è gestita da suo figlio. La passione, la determinazione, la competenza e l’amore per il lavoro profuso da Vincenzo Parrullirappresentano gli artigli più efficaci per superare l’ondata di crisi della carta stampata e della vendita online dei libri,nell’era dell’informatica e dell’uso di internet a tutti i livelli. Con il patrocinio della Fondazione “Ettore Pomarici Santomasi”, Mercoledì 11 settembre 2019 nei locali della stessa Fondazione “Santomasi” alle ore 19.00 è previsto un incontro culturale a riguardo: la figura e l'opera di Torino Parrulli e del Capitano Paolo Ruta negli anni del secondo dopoguerra. Interverranno: Vincenzo Parrulli, Mario Burdi, Pietro Elia, Annabella Ruta, Michele Gismundo. Mostra fotografica di Carlo Centonze. Intermezzi musicali con Cristian Demartino (pianista) e Girolamo Racano (fisarmonicista) curati dalla “Fabbrica del Suono” di Gravina in Puglia.
Copyright 2005 -2019 Gravinaoggi Associazione Culturale - Gravina in Puglia - Tutti i diritti riservati
Torna ai contenuti | Torna al menu